TERZA LEZIONE



METODICHE

L'indagine di biorisonanza può essere praticata con metodi elettronici, magnetici (biotensore), chinesiologici, etc. Il metodo chinesiologico è limitato ad una gamma ristretta di tests per una certa attendibilità della risposta. L'uso del biotensore è riservato ad operatori che hanno acquisito una specifica sensibilità e sono in grado di operare ad un elevato livello Altre possibilità esulano dal programma di informazioni propostoci. Le tecniche elettroniche sono alla portata di tutti. Queste ultime utilizzano i SEP che sono in corrispondenza con particolari circuiti elettrici dell'organismo umano. rilevano eventuali interferenze frequenziali, positive o negative, dando un preciso segnale in risposta mediante un indice che ci indica la situazione elettrica del punto in esame e, per apparecchiature più recenti, anche la lettura in digitale e su video con relative possibilità dell'uso integrato di un computer ed accessori per registrare, immagazzinare e stampare dati, di programmi e software con migliaia di test e possibilità operative varie. (In Appendice diamo informazione su di esse). La tecnica non è invasiva e tanto meno si richiedono prelievi od altre procedure sul soggetto. 

A chi può interessare ? 

A tutti indistintamente. L'indagine, come avete potuto rilevare, spazia a trecentosessanta gradi. Situazioni geopatiche, spesso non identificate o non individuabili: dal ragazzo irrequieto che non va bene a scuola, a chi soffre di allergie, a chi non riesce a riposare, ed al mattino è più stanco che alla sera. Dai tanti problemi del neurovegetativo a varie disfunzioni mestruali, ai problemi di fuso orario per chi vola. Per segnalare disturbi frequenti ed evidenti ma con difficoltà a trovarne la causa e a trattarli. Situazioni alimentari, allergie ed intolleranze, evitando relative analisi di laboratorio ed accertamenti clinici sul paziente. Problemi col proprio peso. Interferenze negative aggravanti in sindromi croniche, vasculopatie, artropatie, coliti, forme involutive e degenerative. L'alimento è come il carburante per il veicolo. Esso necessita di quello "giusto" raccomandato dalla "Casa" se no il motore si logora più del dovuto o, peggio ancora, va in panne. Va, inoltre, tenuta presente la possibilità di rilevare ed individuare, oltre a quanto già menzionato nei punti previsti dal protocollo del "Ceck-up di Bioarmonia", altre situazioni allargando se necessario le indagini. Ad esempio: Situazioni da materiali odontoiatrici. Spesso i materiali odontoiatrici non sono bene tollerati come sarebbe auspicabile e possono essere causa o concausa di processi patologici i cui sintomi si manifestano in settori appartenenti ad altre discipline mediche ed apparentemente estranei a quello odontoiatrico. I pazienti affetti da questi sintomi si rivolgono quasi esclusivamente al medico generico, e ignorarne l'eziologia comporta un insormontabile ostacolo al successo terapeutico. Le sostanze in causa sono attualmente circa duecento. Dalle amalgame alle leghe, ai metalli nobili o non, alle materie artificiali, ai materiali per otturazioni e fissatori, etc. Tutti potenziali imputati e responsabili di patologie subdole ed inspiegabili altrimenti. Situazioni tossiche chimiche. Nella vita quotidiana siamo esposti e veniamo a contatto con una infinità di sostanze chimiche tossiche per il nostro organismo. Esse possono essere inalate respirando aria inquinata (gas di scarico, insetticidi, erbicidi, fungicidi, protettivi per legno, antitarmici, solventi, etc.), od anche essere assorbiti attraverso la pelle (verniciatori, massaie, tintori,parrucchieri, operatori tipografici, etc.). Con gli alimenti si ingeriscono insetticidi, coloranti e conservanti di ogni genere. I concimi chimici hanno la loro parte nell'intossicare il nostro organismo. Mezzo secolo fa l'ambiente non era ancora così inquinato e l'organismo non era ancora aggredito così massivamente da sostanze di sintesi. Anche le bevande possono avere effetti nocivi sul nostro organismo. Queste sostanze chimiche hanno un tropismo particolare per il sistema nervoso, i plessi del sistema neurovegetativo e per tante sindromi a carico degli stessi e manifestazioni con patologie senza una diagnosi specifica o indeterminabile sono da riportare alla loro presenza nel nostro organismo. Con test specifici si possono, lo ripetiamo, in caso di necessità, allargare le indagini ed individuare: Insetticidi, erbicidi, fungicidi, protettivi per legno, tarmicidi, solventi, materie sintetiche, coloranti, gas di scarico, gas industriali, solventi per casa, solventi di laboratorio, concimi artificiali, conservanti alimentari, prodotti di putrefazione di sostanze proteiche (spesso dovute al mancato rispetto della catena del freddo), etc. Prodotti del metabolismo lipidico, intermedio, cancerogeni, etc. noxe radioattive e dulcis in fundo, veleni voluttuari quali caffè, alcool, tabacco, etc. Eventualmente individuare, come già riportato, la presenza di batteri, virus, funghi, protozoi, parassiti, tossine,muffe, metalli pesanti,e quanto altro sia intervenuto a destabilizzare l'organismo con disturbi dai funzionali a quelli organici a volte gravi ed irreversibili purtroppo, se l'organismo e le eventuali anche se opportune cure non sono più in grado di ristabilire lo stato di salute. Per ultimo, e non certamente meno importante, ma per completezza, poter esplorare mediante la biorisonanza il nostro inconscio circa eventuali conflitti e situazioni negative memorizzate che ci condizionano e spesso sono la causa prima di buona parte dei nostri disturbi.

CONCLUSIONE 

Come appare evidente da quanto su riportato ognuno ha bisogno di fare un "Check-up di Bioarmonia". Va fatto e sopratutto quando siamo ancora in buona salute. Abbiamo insistito e ripetuto le varie cause destabilizzanti affinché possiate prenderne coscienza per bene. Purtroppo la maggioranza di esse non viene minimamente presa in considerazione ed i guai che ci affliggono vengono attribuiti frequentemente alla mala sorte od altro e non a nostre carenze o a nostra ignoranza. Non è il caso di demonizzare quanto ci circonda, e rifiutare il proprio rapporto con il mondo non è possibile. Bisogna prendere coscienza che non c'è solo il tabacco o l'Aids e che questi non sono i nostri peggiori nemici. Come sempre la virtù sta nel mezzo e migliorando le nostre conoscenze e prendendo coscienza della realtà, senza fare guerra ai mulini a vento come Don Chisciotte, senza farci destabilizzare dalla paura, e da chi si adopera a volerlo a tutti i costi, per accaparrarsi il potere, comportarci nella maniera più opportuna ed idonea, instaurando le precauzioni ed i necessari adempimenti e trattamenti affinché il nostro organismo non debba soggiacere e soccombere a causa di tali motivi. Il Check-up di Bioarmonia è l'indagine adatta allo scopo, è un nuovo approccio che, integrato con le classiche metodiche diagnostiche, ci fornisce preziose informazioni circa la situazione del soggetto, eventuali cause perturbatrici, organi o sistema in tilt. La sua tecnica non è invasiva. Se necessario l'indagine può essere facilmente allargata alla identificazione della eventuale sospetta causa e del relativo bersaglio, sia esso organo o funzione od altro, colpito dalla patologia in questione. Inoltre le tecniche di biorisonanza posso aiutare il medico nella identificazione e scelta della terapia o di terapie più adeguate ed opportune per il soggetto in esame ai fini del recupero del suo stato di salute. E, dulcis in fundo, cosa interessante e da non trascurare, un Check-up di Bioarmonia permette di salvaguardarci da brutte sorprese intervenendo tempestivamente quando i disturbi sono ancora non manifesti o solo a livello funzionale e permetterci di attuare realmente una specifica prevenzione. Un "tagliando", o più, all'anni, come per l'automobile, almeno da una certa età in poi sarebbe la "manutenzione più intelligente" e "la migliore" che potremmo offrire al nostro organismo. Con le conoscenze acquisite, e quelle che verranno da tutte le ricerche in corso, in particolare dalla decodificazione del genoma e da farmaci sempre più mirati e tollerati, impianti, trapianti, etc., ed integrandole con le possibilità che la Bioelettronica ci offre con le varie tecniche di Biorisonanza, sia per la diagnostica che la terapia, è da prevedere che la Medicina del Terzo Millennio raggiungerà traguardi impensabili. Un'era "spaziale" rispetto al passato. Premesso che la maggioranza delle nostre problematiche sono dovute a difetti e carenze di comunicazione, mediante la Biorisonanza abbiamo la possibilità di entrare nel sistema (Uomo) e conoscere dove c'è una interruzione od un'alterazione delle stesse. Fare allo scopo un Check-up elettronico con le adatte apparecchiature e computer che in pochi secondi siano in grado di riferirci sullo status di un organismo umano ed anche, cosa sostanziale, indirizzarci su dove e come intervenire per ripristinare lo stato di salute mediante le più opportune e tecniche e terapie disponibili. E rammentiamoci che la guarigione e la salute, per qualsiasi via si perseguano, sono sempre un trionfo per la "Medicina"!

NOTE TECNICHE INFORMATIVE

COMMIATO




HOME PAGE

PREFAZIONE

PRIMA LEZIONE

SECONDA LEZIONE

TERZA LEZIONE






bioskin3000

BIOSKIN3000

Per una pelle da sogno

Distribuito in farmacia da 

OMEOFARMA SRL